Materassi gonfiabili con doppia camera d’aria: migliori prodotti di Ottobre 2020, prezzi, recensioni

In questo articolo tratteremo dei materassi gonfiabili e nello specifico di quelli che doppia camera d’aria. Un materasso gonfiabile, anche definito come materasso ad ”aria” è un prodotto specifico molto comodo e utile soprattutto per chi ha spesso degli ospiti a casa o a chi piace particolarmente andare in vacanza in campeggio. E’ molto semplice da montare e non è per niente ingombrante ogni volta che viene preso per essere utilizzato. Alcuni preferiscono usarlo come un vero e proprio letto, grazie alle sue proprietà rilassanti ed essendo anche particolarmente comodo.

 

Criteri per la scelta di un materasso gonfiabile

I materassi gonfiabili, come detto precedentemente, possono essere usati in moltissime e varie occasioni, dalla spiaggia al campeggio, ma anche in una casa in montagna o ad esempio nella casa nella quale si vive, sia per gli ospiti che per se stessi come un vero e proprio letto. Dunque, è consigliabile acquistare i materassi gonfiabili quando:

  • Si viaggia molto
  • Non si ha un materasso per gli ospiti a disposizione o quando si necessita di un posto per dormire economico e al tempo stesso che si possa smontare e possa essere facilmente smontabile

Esistono tanti modelli di materassi ad aria in vendita sul mercato e, per una scelta corretta e consapevole in base alle proprie esigenze, è necessario comprendere e conoscere le caratteristiche singole di questi prodotti. Va chiarito, infatti, che non tutti i materassi gonfiabili sono creati per gli stessi scopi, ci sono alcuni che hanno utilizzi completamente diversi da altri. Per esempio se si preferisce utilizzarlo a casa è bene prediligere un materasso alto, vale a dire un prodotto confortevole e soprattutto comodo, isolato dal terreno e dotato di pompa elettrica incorporata con più camere d’aria.

Le camere d’aria, infatti, sono sempre presenti nei materassi gonfiabili ma sono due in quelli matrimoniali, una in quelli singoli. Sono importanti poiché determinano la formazione dell’intero materasso e la sua morbidezza o eventualmente la sua rigidità, in base a cosa si predilige per la notte. Se, invece, al contrario, si sta optando per un utilizzo da campeggio va detto che è preferibile acquistare dei materassi gonfiabili bassi, più leggeri e conseguentemente meno ingombranti che risulteranno anche molto più facili da gonfiare.

Come gonfiare un materasso ad aria

Esistono tante diverse metodologie per gonfiare un materasso gonfiabile. Può essere gonfiato per esempio in modo elettrico. Questo metodo è fondamentale se si pensa di usare il materasso tra le mura di casa e se si ha dunque a disposizione una presa di corrente. E’ consigliabile gonfiare il materasso, dunque, con una pompa elettrica che può essere incorporata nel materasso stesso o acquistata da parte.

Si può gonfiare anche manualmente. Questo metodo è consigliato per chi sceglie di usare l’oggetto in tenda o in campeggio. In questo caso è opportuno gonfiare con una pompa manuale. Un altro metodo, anche se meno pratico e veloce, è quello di gonfiare l’oggetto col fiato. Alcuni sostengono che possa essere gonfiato come una sorta di palloncino, ma necessita di troppa fatica e risulterebbe essere dunque troppo stancante. Risulterebbe anche difficile portarlo bene in pressione. Dunque, riassumendo, un materasso gonfiabile si può gonfiare:

  • Elettricamente
  • Manualmente
  • Col fiato

Le misure di un materasso gonfiabile

Per quanto concerne le misure di un materasso gonfiabile è consigliabile orientarsi, nella scelta, in base ai limiti del proprio peso o di chi deve dormirci e dello spazio occupato in casa o nella tenda da campeggio.

Esistono anche delle soluzioni tecniche per ridurre al minimo il rischio di cedimento sui bordi di questi tipi di materasso. Uno dei difetti di questi prodotti, infatti, è proprio il rischio di cedimento e il fatto che non eccellono in merito al supporto che garantiscono ai loro bordi.

Molti materassi gonfiabili, inoltre, non sempre hanno le misure standard dei materassi tradizionali, spesso italiani, anche perché in genere vengono prodotti all’estero. Non bisogna assolutamente trascurare quest’importante fattore, anche per quanto riguarda la scelta dell’abbinamento con le coperte e con le lenzuola.

Le caratteristiche e le qualità dei materassi gonfiabili

Quando si analizzano questi prodotti per procedere poi con l’acquisto è opportuno valutare ogni qualità e caratteristica. Quando, per esempio, si necessita di dormire bene è opportuno valutare anche lo stato e il livello di comfort. Quest’ultima dev’essere una vera e propria priorità.

Come già detto precedentemente, è fondamentale scegliere un materasso che sia più largo, spesso e il più alto possibile, anche senza toccare i vincoli di spazio e peso. Bisogna inoltre privilegiare i materassi che hanno una superficie floccata che determinano un’ottima superficie basica per mettere le lenzuola, e con due camere d’aria. Non va neanche sottovalutata l’importanza del sistema di gonfiaggio e di sgonfiaggio del materasso. Bisogna, insomma, limitare al minimo i problemi tecnici, così da poter conciliare il sonno senza alcun tipo di problematica.

Se il materasso deve essere usato all’esterno delle mura domestiche, risulterà fondamentale considerare il peso e la facilità di trasporto. Inoltre, i moderni materassi gonfiabili non creano alcun tipo di rumore del materiale plastico di cui sono composti. Inoltre la loro superficie superiore, e qualche volta anche quella inferiore, è ricoperta con materiale floccato e questo ovvierà anche al problema della rumorosità.

Per quali motivi si può sgonfiare e rompere un materasso gonfiabile

Dormire su un materasso poco rigido o che man mano tende a sgonfiarsi non sempre è comodo. Anzi, potrebbe creare dei danni di salute, incitando ad assumere una posizione del tutto scorretta. Un materasso gonfiabile si può sgonfiare per vari motivi, alcuni dipendono da come lo usa, altri da motivazione esterne.

  • La temperatura dell’aria all’interno del materasso diminuisce
  • Il materasso è utilizzato per la prima volta ed è quindi nuovo
  • Il materasso potrebbe perdere aria e risultare quindi bucato. Può essere riparato con un semplice kit o con metodi casalinghi
  • Il materasso potrebbe perdere aria da qualche valvola o qualche zona non identificabile. In questi casi è opportuno cambiare direttamente il prodotto

Una bucatura, inoltre, può dipendere da tanti fattori come ad esempio i materiali o le cuciture. Sono aspetti che determinano la durata e in generale la resistenza del materasso.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Scelta Materassi gonfiabili