Materassi gonfiabili: meglio con pompa manuale o elettrica? Confronto, pro e contro degli uni e degli altri

Il bello del campeggio e delle vacanze all’insegna del contatto con la natura è la possibilità di dormire fuori a diretto contatto con le bellezze della natura.

Il campeggio è considerato da coloro che non sono pratici di questo genere di vacanza come estremamente scomodo e non adatto a tutti. Nel campeggio sicuramente quello che fa la differenza tra una vacanza comoda e organizzata e un completo disastro è proprio l’equipaggiamento.

Se si parte con attrezzatura scadente e non professionale, o non adatta al tipo di pernottamento desiderato, si rischia infatti di tramutare una bella esperienza in un totale fallimento.

Dormire sotto un cielo stellato al riparo nella propria tenda è forse l’aspetto migliore del campeggiare. Questo però solo se si riesce a dormire comodamente su un materasso gonfiabile adatto e confortevole.

I materassi gonfiabili si distinguono in diverse categorie. La principale riguarda il metodo di gonfiaggio. Esistono infatti due diverse modalità di gonfiaggio, la prima con pompa manuale, l’altra con pompa elettrica. Esiste infine una terza tipologia di materasso che è quella auto gonfiante.

In questo articolo ci concentreremo solamente sulle prime due tipologie di gonfiaggio elencate: la manuale e l’elettrica.

Come scegliere tra queste due proposte diverse? Molto dipende dal tipo di vacanza e dell’uso che ne vorrete fare. Per conoscere tutti i dettagli legati alle tipologie di gonfiaggio non vi rimane che continuare la lettura.

 

Materassi gonfiabili: come sceglierlo

I materassi gonfiabili sono la migliore scelta per chi ha bisogno di un materasso che possa essere trasportato facilmente e gonfiato al momento del bisogno.

L’utilizzo più comune che viene fatto dei materassi gonfiabili e per il campeggio in tenda o per roulotte e camper. I materassi gonfiabili però possono essere utilizzati anche come letto di riserva in casa. Se non si ha una camera per gli ospiti, i materassi gonfiabili possono fungere da letto di emergenza ed essere gonfiati all’occorrenza.

Questa tipologia di materasso è molto comoda perché una volta sgonfiata occupa molto poco spazio e può essere riposta fino a nuova necessità. Quando si sceglie un materasso gonfiabile bisogna tenere conto di alcuni aspetti fondamentali.

Per prima cosa dovresti concentrarti su quello che sarà l’uso che farai del materasso gonfiabile. Per esempio potresti cercare un modello adatto al campeggio, oppure uno leggero e pieghevole da portare nello zaino durante delle escursioni, oppure ancora un modello per casa.

A seconda dell’uso cambiano necessariamente le caratteristiche del modello da scegliere. Le più importanti da considerare sono:

  • numero di piazze
  • grandezza
  • peso
  • presenza di una pompa integrata

Una delle caratteristiche da considerare riguarda il metodo di gonfiaggio. Esistono infatti modelli con pompa integrata e altri che sono venduti separatamente alla pompa. Concentriamoci su questo aspetto.

La scelta della pompa

Se si sta scegliendo un materasso gonfiabile, non si può fare a meno di pensare al modo in abbiamo intenzione di gonfiarlo. Un materasso gonfiabile infatti ha bisogno di essere riempito con moltissima aria ed è impensabile credere di poterlo fare con la forza dei nostri polmoni.

Per gonfiare un materasso avremo sicuramente bisogno di una pompa. Le principali tipologie di pompa per materasso gonfiabile sono due:

  • manuale
  • elettrica

Ancora una volta la scelta tra queste due opzioni varia a seconda dell’uso che hai intenzione di farci e le situazioni in cui avrai bisogno di gonfiare il materasso.

Esistono alcuni tipi di materassi gonfiabili che hanno integrato una pompa per il gonfiaggio. Questa può essere manuale, a pile o con presa elettrica.

Pompa manuale: la soluzione migliore in assenza di elettricità

Se si pensa ad una pompa per il gonfiaggio si pensa per primo alla classica pompa a mano. Le pompe manuali per materassi hanno la forma che ricorda molto quelle per biciclette e il funzionamento è lo stesso.

Per gonfiare un materasso bisognerà collegare il beccuccio della pompa nella valvola di gonfiaggio e iniziare a pompare. Con le pompe manuali quello che possiamo fare è contare solo sulla nostra forza fisica per il gonfiaggio.

Per gonfiare un materasso a due piazze è necessario soffiare molta aria all’interno dei cuscinetti e potrebbe volerci del tempo.

Questa soluzione non è sicuramente la più veloce e pratica, ma può essere l’unica possibile in determinate situazioni.

Quando si campeggia o si viaggia non sempre è possibile reperire un allaccio alla corrente elettrica. Scegliendo una pompa manuale come sistema di gonfiaggio non si avranno vincoli legati alla presenza di un allaccio elettrico, aumentando le occasioni di utilizzo del materasso.

Pompa elettrica: comodità e velocità di gonfiaggio

La soluzione più veloce e meno faticosa è sicuramente l’utilizzo di una pompa elettrica per il gonfiaggio di un materasso. Le pompe elettriche sono più piccole e maneggevoli rispetto a quelle manuali e permettono di gonfiare in pochi minuti il materasso senza nessuno sforzo fisico. Spesso le pompe elettriche hanno però un peso maggiore rispetto a quelle manuali.

Alcuni materassi gonfiabili hanno integrato un sistema di gonfiaggio elettrico che permette di gonfiare direttamente il materasso senza bisogno di pompe aggiuntive.

La pompa elettrica è molto comoda e veloce da usare, ma ha dei limiti evidenti legati alla presenza di corrente elettrica. In assenza di essa è del tutto inutilizzabile. Non è adatta quindi all’utilizzo in situazioni di emergenza o in luoghi dove non si ha la certezza di poter reperire un allaccio elettrico.

In conclusione

La scelta della pompa adatta al materasso gonfiabile deve dunque necessariamente adattarsi alle esigenze di utilizzo del materasso. Se hai intenzione di utilizzarlo in casa o in campeggi attrezzati la pompa elettrica è la soluzione più comoda. In pochi minuti il tuo materasso sarà gonfiato senza nessuno sforzo da parte tua.

Se invece sei un tipo più avventuroso e ti capita di dormire in situazioni meno attrezzate, dove non sei sicuro di avere a disposizione la corrente elettrica ti consigliamo di optare per una pompa manuale. Farai più fatica ma avrai la certezza di poter gonfiare il tuo materasso e dormire comodamente.

Entrambe le soluzioni hanno dei pro e e dei contro, per scegliere dovrai conoscere bene le tue abitudini o intenzioni di viaggio.


Sono laureata in comunicazione e sono una redattrice editoriale ed editor. Sono appassionata da sempre al mondo della scrittura e ho trovato la mia dimensione nelle scrittura per il web. Amo leggere e il mondo editoriale in genere. Sono inoltre appassionata di tematiche che riguardano l’attività all’aria aperta e il campeggio.

Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Scelta Materassi gonfiabili